Addendum.

Subito dopo aver pubblicato il post precedente, abbiamo seguito il consiglio della Lonely Planet di visitare il caratteristico quartiere ultraortodosso di Mea Shearim.
Il motivo d’interesse del quartiere sta nel fatto che, a quanto pare, riproduce l’architettura e le dinamiche di un ghetto ebraico est-europeo dell’800. Con nostra sorpresa, la definizione di ghetto gli si attaglia anche per la similarita’ con i “quartieri ghetto” in senso moderno ed esteso: ci aspettavamo di respirare sacralita’, e abbiamo invece usmato squallore e sporcizia.
La cortesia e l’accoglienza che mi avevano piacevolmente sorpreso a Ramat Eshkol non le abbiamo ritrovate qui (come pare sia abbastanza noto).
Stavolta abbiamo sentito l’inequivocabile sensazione di essere guardati male da una frazione non trascurabile dei passanti. Ma c’e’ sempre l’eccezione, questa volta nelle fattezze di una giovane madre che era interessata a sapere dove abbiamo comprato il nostro passeggino, che in Israele non si trova.

Cliccare sulle immagini per ingrandire:

– calorosa accoglienza all’ingresso del quartiere
– smells like haredi spirit
– questi sono dei pashkvil (l’ho scoperto dopo)
– bimba vestita immodestamente che considera se lanciarsi anche lei nella neve sporca o no

2 pensieri su “Addendum.

  1. Pingback: Shabbat Bloody Shabbat. | unfisicoagerusalemme

  2. Pingback: Allah t(‘)assista. | unfisicoagerusalemme

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...